Siti
Navigare Facile

Malattie

Malattie legate al Fegato

Tra le malattie più comuni legate al fegato si annovera la cirrosi epatica; il corpo di chi ne è affetto lancia dei segnali di allarme che si manifestano con la comparsa sulla pelle di macchie giallognole e con l'ingrossamento del fegato. L'itterizia, così prende il nome la colorazione gialla della pelle, è dovuta nei casi più frequenti dalla presenza nel sangue della 'bilirubina' che un fegato malato non è in grado di rimuovere.

Diverse le cause di itterizia: principalmente essa deriva dall'intossicazione delle cellule del fegato connesse a infezioni, dall'eccessiva presenza di bilirubina che comporta la distruzione di grandi quantità di globuli rossi oppure dall'ostruzione causata da malattie come tumori o calcoli.
In questi casi il fegato riduce le proprie dimensioni e svolge con sempre meno efficacia le sue funzioni primarie venendo incontro più facilmente alle infezioni e alle conseguenti complicazioni.

L'infiammazione del fegato, l'epatite, è provocata dai virus di tipologia A, B e non-A, non-B (quest'ultima nell'ipotesi in cui il virus non è stato identificato); la prima è determinata da alimenti infettati da acqua o rifiuti e ne sono colpiti spesso i bambini senza però alcuna conseguenza prolungata nel tempo.

E' invece l'epatite B a essere cronica e trasmessa da aghi non sterilizzati e infetti o da contatti intimi.

Oltre all'abuso di sostanze alcoliche e all'infiammazione delle vie biliari, tali malattie e in particolare la cirrosi epatica possono essere cagionate da un'alimentazione insufficiente che non comprende l'adeguato apporto di proteine; a fronte di ciò molti specialisti sono soliti indicare una dieta ad alto contenuto di proteine, calorie, vitamina C e grassi.